food magazine
Food Trends & Tips

9 Food magazine indipendenti che meritano di essere conosciuti

Quando sento parlare di morte della carta mi arrabbio, perché da un lato sarà vero che internet ha rivoluzionato l’editoria, ma dall’altro le pubblicazioni su carta hanno ancora il loro porco fascino.

Specialmente in ambito food, dove la carta, con una selezione di qualità a monte, regala alle immagini di cibo un fascino unico, impensabile sullo schermo di un tablet. Le realtà indipendenti sono la condizione indispensabile per contenuti di qualità, quindi vi voglio consigliare 9 food magazine indie che dovrebbero essere nella vostra tasca porta-riviste.

root bone food magazine

1. Root & Bone

Cioè? Food magazine gratuito, pubblicato da un team di chef, designer e fotografi londinesi. Foto stupende, quasi pubblicitarie, illustrazioni di altissima qualità e focus speciale sugli scarti dell’industria del cibo. Un modo per vedere il mondo patinato del food da un altro punto di vista. Super! E puntano a cercare sempre nuovi collaboratori, a buon intenditore…

Dove trovarlo? Se siete a Londra, potete trovarlo gratuitamente in alcuni canali selezionati. Diversamente, sul loro sito c’è una sezione Shop.

diner journal food magazine

2. Diner Journal

Cioè? Food magazine indipendente con base Brooklyn, fondato nel 2006. Letteratura, arte, ricette, tutte food-based. Completamente privo di pubblicità, ogni edizione è dotata di tre fori, per poter raccogliere la collezione di riviste in cartelle. Ricorda un po’ le vecchie raccolte anni ’90 😍

Dove trovarlo? Sul loro sito (molto bello).

gather journal food magazine

3. Gather Journal

Cioè? Credo uno dei migliori in assoluto. Vincitore di numerosi premi, lo amerete se siete amanti della fotografia. È un food magazine con base Brooklyn, focalizzato sulle ricette e sulle storie dietro queste ricette. Per me è ben oltre il food porn, è un orgasmo per gli occhi. Qualità massima.

Dove trovarlo? Sul loro sito, che tra l’altro è pieno di contenuti extra.

put a egg on it food magazine

4. Put A Egg On It

Cioè? Ancora una volta, base Brooklyn. Bello, incasinato, colorato. Layout interessanti e contenuti che hanno come focus il cibo come aggregatore di persone, come cultura e come generatore di rituali.

Dove trovarlo? Biannuale, spedizione gratuita negli US e un po’ più cara nel resto del mondo, ma vale la pena. Visitate il sito per maggiori info.

remedy food magazine

5. Remedy

Cioè? Una sorta di ricettario fatto dalla comunità, un food magazine per così dire democratico, ma con contenuti selezionati. Ricette di chef professionisti mescolate a ricette della nonna by le nonne stesse, articoli di scrittori food professionisti accostate a pezzi prodotti da autori inediti. Belle le illustrazioni, belle le foto!

Dove trovarlo? Compratelo sul loro BigCartel!

the Carton food magazine

6. The Carton

Cioè? Un magazine pocket, tanta carta opaca e immagini calde e avvolgenti. “Food culture and the Middle East” è il tema della rivista, con basi a Beirut e Dubai. Si raccontano storie che ruotano attorno al cibo, attraverso le quali viene illustrata la cultura mediorientale. Ve lo consiglio perché è unico nel suo genere!

Dove trovarlo? Qui.

the runcible spoon food magazine

7. The Runcible Spoon

Cioè? Auto-produzione? Si può. Sembra di tornare all’epoca delle fanzine con questo food magazine, prodotto da una collaboratrice di Saveur Magazine, Malaka Gharib. Tanti collage, tante illustrazioni, foto lo-fi per raccontare ricette, storie e recensioni di ristoranti.

Dove trovarlo? Ma ovvio, sulla vetrina Etsy!

Fricote magazine

8. Fricote

Cioè? Magazine dalla Francia, divertente e sfacciato. Cibo, viaggi, lifestyle, il protagonista è però sempre il cibo: dalle ricette agli how-to, dai profili di chef famosi a racconti a 360° di piatti internazionali.

Dove trovarlo? Sul sito, meritevole di una visita.

lucky peach

9. Lucky Peach

Cioè? In fondo alla lista, perché ormai Lucky Peach è diventato molto pop nella ormai-non-più-nicchia dei foodie incalliti. Io lo amo!! Solo le copertine meriterebbero di essere esposte al MOMA. Questo food magazine è senza dubbio uno dei più eccentrici, intelligenti e facili da leggere sul mercato. Ogni issue ha un tema (ad es. China Town o L’Apocalisse) e contributi di personalità molto conosciute nel settore.

Dove trovarlo? Piuttosto facile da trovare, anche in negozi di libri specializzati. Oppure qui.

 

Ora che avete una lista di food magazine a cui abbonarvi (e conseguentemente svenarvi), correte a leggere la lista di food youtuber da seguire (hobby più economico). ☕️🍺🍝

Previous Post Next Post

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply

Altro... Food Trends & Tips
Singapore food
Singapore, il paradiso food d’Oriente

bread and butter pudding
Bread and Butter Pudding, il dolce-simbolo dell’Inghilterra

Chiudi