Dove mangiare a Tel Aviv
Food Trends & Tips, Travel

Cosa e dove mangiare a Tel Aviv

Tel Aviv è la perla bianca d’Israele, una delle città più affascinanti e travolgenti che io abbia mai visitato.

Il cibo in Israele è fantastico: uno dei più complessi, variegati e buoni che potrete assaggiare nella vita. Vi accompagno con me nel mio viaggio per consigliarvi dove mangiare a Tel Aviv.

Quando si parla di cucina israeliana, la faccenda non è chiarissima. Alcuni sostengono che una vera e propria cucina locale non esista, perché Israele ha meno di 70 anni ed è un paese costituito da una popolazione di immigrati.

Io sono dell’altra corrente di pensiero. La cucina Israeliana esiste eccome, sarebbe come dire che la cucina Italiana non è una realtà identificabile perché tra nord e sud c’è un gap di tradizioni e cultura troppo profondo per poter parlare di una sola cucina. Se da una parte è vero, dall’altra suona come una bestemmia.

A livello generale, la tradizione culinaria in Israele proviene da una parte dal medio oriente, dall’altro dalla cucina degli ebrei emigrati in Israele da tutto il mondo, soprattutto da Polonia, Germania e Russia. Potete solo immaginarvi che gusti e che mix!

Cosa mangiare a Tel Aviv

Prima di dirvi dove mangiare a Tel Aviv, vorrei assicurarmi che non vi perdiate alcune prelibatezze della cucina locale. Ricordatevi che la città è la più “secolarizzata” (come amano chiamarla gli abitanti) di tutta Israele, quindi troverete ingredienti assenti in altre parti del paese, come molluschi e carne di maiale, proibiti dalla certificazione Kosher.

• I piatti “tipici”

Mi sento di dare un primo premio assoluto all’Hummus, la famosa crema di ceci tipica del Libano ma diventata anche simbolo di Israele. Insieme all’hummus, uno street food archetipico da non perdere è il Falafel, la polpetta di legumi spezzata e fritta. Altro che falafel da kebabbari! (Non me ne vogliano) 😏

hummus israele

Vedere preparare i falafel mi ha mandato in fissa, stavo anche per acquistare l’attrezzo per comporre le polpette ma mi sono fermato all’idea che tanto non avrei mai potuto eguagliare quei sapori.

Per colazione, siate sicuri di non perdervi la Shakshuka. Si tratta di un piatto preparato con uova, cipolla fritta, pomodoro, peperoni e spezie. Colazione dei campioni, vi darà la giusta carica per girare come trottole per tutto il giorno.

Il Khachapuri è una via di mezzo tra la pide turca e un calzone. Questa volta l’influenza è georgiana e si tratta di un pane a forma di occhio umano, cucinato con diversi tipi di condimenti all’interno (di carne, veggie, vegan, pesce).

Amanti delle zuppe? Provate il Kube, piatto di origini Irachene. È una minestra di palle di semolino o bulgur, ripiene di carne tritata e cotte a lungo in una brodo sempre caldo. Più facile da trovare a Gerusalemme, ma sicuramente potrete trovarla anche a Tel Aviv.

kube israele

Amo il pane e i carboidrati (ahimè), quindi se avete il mio stesso problema e volete assaggiare qualcosa di tipicamente ebraico, provate il pane Challah, un pane tradizionale ebraico a forma di treccia. Si trova fatto con e senza uova, e viene tradizionalmente mangiato nel giorno di Shabbat (Sabato, giorno di festa per gli ebrei).

pane Tel Aviv

• I dolci “tipici”

Tanta Turchia nei dolci israeliani; potrete trovare l’Halva di sesamo, arricchita da altri ingredienti quali il miele, il pistacchio, il succo di agrumi, la vaniglia o il cioccolato. Famoso l’Halva parfait, inventato dallo chef Tsachi Bukshester.

Potrete trovare anche la Baklava, in quasi ogni mercato e panificio della città.

Mi sono innamorato del Knafeh, dolce preparato con la pasta kadaif (sfoglia phyllo tirata sottile come i capelli d’angelo) e un formaggio bianco cremoso, cui viene aggiunto un profumato sciroppo di zucchero all’acqua di rose.

• Arak, birre artigianali e vino

Perché bere solo acqua è metà dell’esperienza. Se avrete l’occasione di conoscere un israeliano, state certi che vi farà assaggiare un ottimo Arak, cugino di Ouzo, Raki e Sassolino.

Con mio grande piacere, ho scoperto anche di una produzione molto ricca e qualitativamente alta di vini, specie nella regione della Galilea e di Gerusalemme, grazie alle loro alture. La tradizione vitivinicola risale ai tempi della Bibbia, tant’è  vero che una startup ha recentemente ricreato dei vini ottenuti da antichissime varietà di viti, riprodotte a partire da una ricerca sul DNA di queste varietà. Solo dagli anni ’90, però, la viticoltura ha ripreso vigore e, devo dire, con ottimi risultati. Solo vitigni internazionali, quasi assenti quelli autoctoni (per ora).

vino israele

🍺 Avendo il radar per le birre artigianali, non sono rimasto deluso nella ricerca di birre locali. Anche qui la birra-mania ha fatto numerose vittime, così è possibile trovare prodotti fantastici: ottimi aromi, ottimi luppoli, bellissimi packaging. Qualche nome: Herzl, Isra-Ale, Shapiro.

birre artigianali israele

• Ingredienti da provare assolutamente

Beh, che pompelmi, che melograne, che avocadi!

E che tahina di sesamo, di tutti i gusti.

Dove mangiare a Tel Aviv

Tel Aviv è davvero una di quelle città dove i ristoranti e i caffè costituiscono buona parte della bellezza del tessuto urbanistico e del mosaico architettonico. È difficile entrare in un posto e rimanere delusi, ma per andare a colpo sicuro vi voglio raccomandare alcuni locali dove mangiare a Tel Aviv, in cui vorrei poter tornare anche domani, anche stasera 😍. Posti #supercarini, trust me.

DOVE MANGIARE A TEL AVIV A COLAZIONE

• Café Castel (https://www.facebook.com/cafecastel/)

È il bar posto sotto il fantastico Cucu Hotel, ne rispecchia lo stile ed è la ciliegina sulla torta del pernottamento in questa struttura.

Anche se avete dormito da un’altra parte, la colazione qua è fantastica. Vi consiglio la shakshuka, fatta un po’ secondo il loro stile, accompagnata da una selezione di pane fragrante fatto in casa. Belli i menù, belli i biglietti da visita, bella la selezione di dolci e sandwich.

Dove: Dizengoff St 87

Dove mangiare a Tel Aviv colazione shakshuka

Café Castel

• Benedict (http://www.benedict.co.il)

Volete mettere un posto dove servono colazione 24h su 24? Una specie di paradiso, dove vi consiglio di assaggiare l’uovo alla benedict e l’hummus di avocado.

Dove: Rothschild Blvd 29

colazione Tel Aviv Benedict

Benedict

DOVE MANGIARE A TEL AVIV A PRANZO

• Montefiore Hotel (http://www.hotelmontefiore.co.il/restaurant)

Posizionato in uno dei quartieri più cool ed europei di Tel Aviv, il Ristorante dell’Hotel Montefiore si trova all’interno di un edificio in puro stile Eclettico, risalente anni ’20.

L’influenza europea del quartiere si avverte nella cucina, di stampo espressamente francese, ma con un forte tocco asiatico, soprattutto vietnamita. Raccomandatissimo il brunch o anche un veloce pranzetto, sempre accompagnato da un piccolo tocco di classe: un cestino di mini baguette appena sfornate, accompagnate da un cilindretto di burro.

Ottima anche la selezione di vini locali ed internazionali, la carta dei cocktails e il table setting semplice ma elegante.

La cosa più bella del ristorante dell’Hotel Montefiore è però senza dubbio l’atmosfera e la gente, raffinata ma estremamente rilassata. Pranzare lì è stato uno spettacolo anche sociologico, osservando le persone felici a tavola a festeggiare un compleanno o semplicemente godersi un pranzo tra vecchie amiche.

Dove: Montefiore St 36

pranzo Tel Aviv Hotel Montefiore

Hotel Montefiore Restaurant

• Manta Ray (http://mantaray.co.il)

Manta Ray è il ristorante per eccellenza se volete mangiare a bordo spiaggia. Un’esperienza fantastica, sia per il cibo che per la location e il servizio attento e curato. Se fate una piccola ricerca su Instagram, il nome di questo posto viene spesso fuori negli hashtag relativi al food a Tel Aviv, meritatamente.

Il personale preparato (fatevi consigliare dal chef manager Itay!) vi farà accomodare e vi guiderà nella scelta dei piatti. Un must assoluto del Manta Ray è la selezione di meze, sempre fresche e dagli accostamenti classici o più innovativi.

L’origine di questo posto risale a 18 anni fa, quando era poco più che un chiringuito. Quanta strada che ha fatto! La cucina ha ingredienti freschissimi ed è soprattutto -ma non solo- di pesce, con forti tracce di cucina greca e yemenita, siccome lo chef e il sous chef sono rispettivamente, appunto, greco e yemenita.

È ottimo anche per cena e per colazione, ed offre un’ampia scelta per chi vuole mangiare vegetariano.

Io sono stato a cena, ma il momento migliore per godere al massimo della vista sul promenade di Tel Aviv è a pranzo o al tramonto. Non fatevi scappare anche un bel dessert, per concludere il pasto in bellezza.

Dove: Promenade | Knifeman St 7

meze Manta Ray Tel Aviv

Manta Ray

DOVE MANGIARE A TEL AVIV A CENA

• Hatraklin – Meat & Wine Bistrot (http://www.hatraklin.com)

Avete presente quando vi sentite a casa e invece siete in un locale pubblico a cenare? Sarà l’atmosfera, il comfort, sarà un insieme di cose che vi fa sentire a vostro agio e a qualche cm da terra.

Hatraklin è uno di quei posti. Nato dal sogno dello chef Yoshe Mochanan e del sommelier Yossi Ben-Udis di aprire un piccolo posticino di altissima qualità in una zona di Tel Aviv silenziosa e pacifica, Hatraklin ha visto la luce solo 9 anni fa ed è diventato uno dei punti di riferimento dei foodie della città.

Il cuore del menù è dato da una selezione di carne di manzi 100% israeliani, a cui abbinare una carta dei vini sorprendente, anch’essa totalmente del luogo, senza eccezioni. Tutto buonissimo e di alto livello, la cottura della carne è perfetta e anche gli antipasti fanno la loro bella figura.

Se volete rimanere a bocca aperta come me, chiedete l’entrecôte cotta sulla pietra: vi porteranno un sasso rovente a 300 gradi appoggiato su un piatto, insieme alla carne cruda. La cottura avviene grazie al vostro intervento, cioè appoggiando le fettine sul sasso, qualche secondo per lato. Quando si dice food design!

La cameriera Natalie è simpaticissima ed estremamente competente, mi ha fatto innamorare di questo posto.

Anche lo stabile è degno di nota, essendo stato il primo hotel mai aperto a Tel Aviv (anni ’40), molti elementi sono rimasti infatti quelli dell’epoca, come le magnifiche piastrelle decorate 😍

Cercate di capitare da Hatraklin in una delle loro serate a tema cinema: vi troverete a mangiare gli stessi piatti presenti nella pellicola della serata. Bello, no?

Per finire, chiedete il liquore della casa: zenzero lime e chilli, un vero toccasana per andare a letto o proseguire la serata!

Dove: Heihal HaTalmud St 4

Hatraklin Tel Aviv cena

Hatraklin

• Pier23 (http://pier23.co.il)

Chiudo con quello che per me è stato in realtà il benvenuto a Tel Aviv, all’ora del tramonto. Il Pier 23 è un fast food gourmet che riassume lo spirito libero di Tel Aviv, avendo nel menu piatti provenienti da diversi paesi, come il fish&chips, i gyoza, i gamberi impanati croccanti, nonché tante salse asiatiche ed europee.

La location: il vecchio Porto di Tel Aviv, dove si trovano vari hangar riadibiti a negozi e locali, una lunghissima pavimentazione di legno ondulata che richiama le dune di sabbia e centinaia di persone che fanno sport, passeggiano, prendono il sole. Da qui, il tramonto è davvero unico!

Il servizio è self-service, il personale accogliente ed easy (Ben e Omri sono due ragazzi fantastici), il posto ideale dove bersi qualche birretta e sgranocchiare qualche prelibatezza, con la musica del locale e delle onde del mare nelle orecchie.

streetfood Tel Aviv Pier23

Pier23

 

Non vi è ancora venuta voglia di partire? Intanto godetevi il mio videoracconto di Tel Aviv qui.

 

Previous Post Next Post

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply

Altro... Food Trends & Tips, Travel
Fuorisalone 2016 eventi food
Fuorisalone 2016: gli eventi food da non perdere

Live Wine
Le etichette e le aziende più interessanti a Live Wine 2016

Chiudi