Progetti food Milano Golosa
Food Trends & Tips, Places & Events

Progetti food da aggiungere ai segnalibri

Nell’ultimo weekend del 14-16 Ottobre ho visitato la fiera Milano Golosa. Un evento che ogni anno diventa sempre più carino: non è dispersivo e ha un’ottima selezione di espositori. È bello, perché non ti fa perdere tempo.

Come sempre, mi piace fare una piccola selezione on-the-go, cioè decido di prendere flyer e biglietti da visita solo di quei progetti food che mi interessano, che mi emozionano. Ecco, queste che seguono sono le aziende che secondo me sono da tenere d’occhio:

Pane e Pace

Matera, che cosa vi viene in mente? Il pane! Lucia Perrone produce pane e biscotti tipici, utilizzando il tradizionale forno a legna. La nuova generazione di panificatori ha il compito di intercettare le nuove esigenze dei clienti e contemporaneamente sorprendere quelli fedeli al prodotto. Il progetto Pane e Pace è la manifestazione dell’impegno nella produzione di cibi autentici per alimentare nel rispetto della salute e della pace interiore e nella società. Personalmente, mi sono innamorato dei flyer e sono convinto che il pane di Matera sia una scultura, ancor prima che un alimento.

Agricoltura biodinamica Zolla 14Zolla 14

Forse la chiacchierata più bella che ho fatto dentro Milano Golosa. Partiamo dallo stand: una sorta di boutique dai toni grigio+pastello. Il progetto è la produzione di succhi limpidi di mela, aceto di mela e birra con Radicchio Rosso di Treviso Tardivo IGP, da agricoltura biologica e biodinamica. I volumi sono limitati, ma di altissima qualità. Marisa Saggio, la mente del progetto Zolla 14, è un’artista dell’agricoltura. I suoi 7 succhi limpidi di mela, sia monocultivar che blend, hanno annate come i vini e sono privi di data di scadenza. Un progetto a 360°, curato da Marisa anche nell’identità visiva: sconsiglio sempre di fare da sé, ma questa donna ha le carte giuste per farlo.

Packaging risoRisoALMO

Lo sapete, sono una vittima del bel packaging. Quando vedo una confezione da colpo di fulmine, non capisco più nulla. La loro è anche una storia di famiglia, una bellissima storia di passione e affinamento della tecnica produttiva. Dalla selezione del seme fino al prodotto finito, l’azienda ha il controllo totale sulla filiera. Quindi in questo caso il packaging non è solo bel vestitino (non mi interesserebbe), ma il veicolo per comunicare l’altissimo profilo di questa produzione. Merita una visita anche il sito web 🙂

Panettone siciliano FiasconaroFiasconaro

In questo caso a convincermi sono stati la sensazione perfetta di scioglievolezza dei panettoni e le foto emozionanti del depliant.

Quella della famiglia Fiasconaro è una storia di quasi 70 anni, una storia di Alta Pasticceria Siciliana. A partire dagli anni Novanta, viene fatto il salto di qualità e la produzione oltrepassa i confini dell’Isola, interpretando “alla mediterranea” il dolce più tradizionale del Nord Italia: il Panettone. Lavorazione totalmente artigianale, materie prime eccellenti, tanta ricerca e qualità della confezione e della comunicazione.

Previous Post Next Post

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply

Altro... Food Trends & Tips, Places & Events
Sagre weekend ottobre
Eventi supercarini per questo weekend del 14-16 Ottobre

Etichetta del vino
Hey, queste sì che sono etichette del vino

Chiudi